Il frumento ed il grano sono sostanzialmente lo stesso alimento. Si tratta di un cibo che ha origini molto antiche ed è la base da cui vengono ricavate gran parte delle farine impiegate per preparare pasta, biscotti, pane, prodotti da forno e molto altro ancora. Ancora oggi, il grano rappresenta una delle principali fonti di sostentamento per l'essere umano, in particolar modo nelle aree temperate del globo.

Tra grano e frumento c'è differenza?

Spesso si sente parlare di farina di frumento o farina di grano, ma quello che molti non sanno è che tra le due non c'è alcuna differenza. Grano e frumento sono la medesima cosa, ma ciò che cambia e fa parecchia differenza è il grano tenero rispetto al grano duro. Iniziamo premettendo che esistono cinque specie principali di frumento:

  • il grano tenero

  • il grano duro

  • il farro piccolo

  • Il farro medio 

  • Il farro grande

Il grano duro, impiegato per ricavare ad esempio la farina di semola di grano duro, si caratterizza per i suoi granelli più consistenti che, macinati, danno una farina più compatta, ideale per ottenere diversi tipi di pasta.

Il grano tenero, invece, è molto più morbido e si frantuma con maggiore facilità, permettendo di ricavare una farina più soffice utilissima per preparare il pane o i dolci. Ovviamente con entrambi i tipi di farina è possibile preparare pasta, dolci, pizza, pane o prodotti da forno anche se il risultato sarà leggermente diverso a seconda del tipo di farina scelto.

Fatta questa piccola premessa, è necessario precisare che secondo le leggi in vigore in Italia, quando viene utilizzata la parola "frumento" ci si riferisce a farine di grano tenero e di grano duro. Questo vuol dire che quando ci si ritrova di fronte ad una farina di frumento sostanzialmente si tratta di un grano tenero, duro oppure di una miscela dei due. Se non esistono differenze tra frumento e grano, sono invece sostanziali le diversità tra il grano tenero e quello duro.

Cos'è il frumento

Il frumento (o grano) è una pianta che appartiene al genere delle "graminacee" ed il suo nome scientifico è tritico. Si tratta di un cereale decisamente molto antico, coltivato a partire dalla cosiddetta "Mezzaluna Fertile", un'area compresa tra Mar Mediterraneo, Mar Nero e Mar Caspio. Il frutto del grano, detto "cariosside" si trova avvolto all'interno di un involucro composto da diversi strati formati a loro volta da cellule ricche di cellulosa e vari sali minerali.

La parte esterna, dopo diverse lavorazioni, viene trasformata nella crusca. Il chicco, invece, ossia la parte più interna, è ricco di amidi e da esso viene ricavato il glutine. Nel cuore del chicco si trova il germe, carico di proteine, vitamine, sali minerali e lipidi.

Farina di grano tenero e farina di grano duro: cosa cambia

Il grano duro e il grano tenero sono due specie di piante diverse, da cui derivano prodotti differenti. Il grano tenero si utilizza per produrre la classica farina bianca, mentre quello duro viene impiegato per realizzare la farina di semola di grano duro.

In pratica, le diversità tra grano duro e grano tenero non riguardano soltanto l'aspetto botanico, ma anche quello per cui le farine vengono utilizzate. Per fare un esempio, la pasta presente in commercio viene realizzata utilizzando la semola di grano duro, mentre il pane (classico, bianco), in genere è preparato con la farina di grano tenero.

Ovviamente, oggi è presente una vasta gamma di farine alternative con cui vengono preparati impasti lievitati oppure pasta.

Per gli intolleranti al glutine e i celiaci, ad esempio, sono state cercate delle alternative. La farina senza glutine, come ad esempio la Farina di Riso Frantoio Moro o la Farina di Mais, ad esempio, vengono spesso impiegate per preparare biscotti, pasta, crackers, gallette o prodotti da forno destinati al consumo degli intolleranti al glutine.

La farina di tipo 1 o 2 (quella integrale) viene preparata con il grano tenero, così come lo sono anche la farina 0, e la 00. Tra le farine di grano duro più diffuse, a parte la semola, si trova anche quella di kamut. La Farina di Kamut Frantoio Moro è un tipo di grano duro molto antico con delle caratteristiche del tutto simili a quelle del grano tenero. Anche le farine di questo grano sono particolarmente apprezzate per preparare prodotti da forno e pasta.

Altri tipi di farine

Oltre alle classiche farine di frumento, in commercio sono presenti tantissimi altri tipi di farine derivanti dal grano ma anche da altri alimenti come ad esempio quelle a base di legumi, oppure la farina di carrube. Le farine da Olio Moro, ad esempio permettono di scegliere tra una vasta gamma di farine con cui preparare i prodotti che si desiderano. Oltre alla classica farina di grano tenero e di grano duro, sono disponibili la Farina di cocco, ideale per biscotti, dolci e praline, la Farina di riso o la Farina di mais

Product added to wishlist
Product added to compare.

Frantoio Moro SRL effettua il trattamento dei tuoi dati in ottemperanza al Regolamento europeo (UE) 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.  

Leggi tutto